Sono questi i cibi peggiori in assoluto, responsabili di gravissime malattie: tenersene alla larga é fondamentale

Alcuni cibi sono deleteri per la salute e possono generare malattie molto gravi, per questo vanno assolutamente eliminati dalla dieta.

Che alcune tipologie di alimenti non siano salutari è risaputo, il problema sorge soprattutto per quegli alimenti che molti ritengono commestibili e che invece creano danni anche gravi per la salute.

i cibi peggiori responsabili di gravi malattie
I cibi peggiori in assoluto che causano gravissime malattie (ilserenissimoveneto.it)

Una dieta sana e bilanciata è fondamentale per tutti, a prescindere dall’età, dal peso e dalla condizione fisica. Solo in questo modo, utilizzando quindi sostanze naturali, non elaborate e non pronte all’uso, si può oggettivamente mangiare sano.

Purtroppo la lista dei prodotti da evitare assolutamente si sta allungando sempre di più e questo è abbastanza allarmante. Inoltre, dal punto di vista prettamente pratico, complica la pianificazione dell’alimentazione giornaliera, soprattutto quando si ha poco tempo a disposizione.

I cibi peggiori in assoluto che causano gravissime malattie: occhio alla Dieta Mediterranea

Secondo la rivista Neurology, ci sono determinati prodotti che spingono l’organismo verso una degenerazione cognitiva avanzata, con tutte le malattie che ne conseguono, oltre a ictus e altri problemi a carico del sistema cardiocircolatorio. Il problema è che alcuni di questi sono inseriti proprio nella dieta Mediterranea, quindi ritenuti praticamente ottimali per la salute.

I cibi peggiori occhio alla Dieta Mediterranea
I cibi da evitare sempre perché fanno ammalare – (ilserenissimoveneto.it)

La questione riguarda, nello specifico, i prodotti processati quindi quei cibi che vengono lavorati prima di essere consumati, come dolci, prodotti precotti, snack. Secondo quanto si apprende dallo studio pubblicato sulla rivista, questi alimenti sono direttamente connessi a malattie neurologiche e cardiometaboliche, quindi vanno assolutamente evitati.

L’analisi è stata effettuata su un campione di 20 mila persone, considerando il regime alimentare complessivo, quindi come questi alimenti vanno a incidere sulla salute generale. Per ogni 10% di consumo alimentare di prodotti ultra trasformati, si registra una crescita del 16% di declino cognitivo. Eliminando questi cibi si ottiene un miglioramento che va dal 9 al 12%.

Il problema è che molti fanno confusione con i consigli nutrizionali. Se un’alimentazione sana prevede il consumo di frutta e verdura, queste devono essere fresche. Non è il caso pertanto di optare per verdure surgelate, già pronte all’uso o confezionate.

Quando si dice che è possibile consumare pasta al sugo, si intende quello fresco, non quello già pronto che è pieno di sale e zucchero. Queste distinzioni sembrano banali ma invece fanno la differenza, perché la confusione è ancora tanta. Confusione che porta a male interpretare quanto previsto dalla Dieta Mediterranea.

Impostazioni privacy