Giornata Internazionale della lingua russa, quel che bisogna sapere

Il 6 giugno si festeggia la giornata internazionale della lingua russa. Scopri perché è stato scelta proprio questa data e altre curiosità

Il 6 giugno, in occasione della nascita del grande poeta russo Aleksandr Sergeevič Puškin, l’ONU celebra la Giornata della lingua russa. Questo evento fa parte di un programma volto a sostenere e sviluppare il multilinguismo e la diversità culturale.

Uno degli obiettivi principali del programma è garantire pari diritti a tutte e sei le lingue ufficiali delle Nazioni Unite: inglese, arabo, spagnolo, cinese, russo e francese.

La decisione di organizzare giornate dedicate alle lingue è stata presa dal Dipartimento della Pubblica Informazione (ora Dipartimento delle Comunicazioni Globali) alla vigilia della Giornata Internazionale della Lingua Madre, che viene celebrata ogni anno il 21 febbraio su iniziativa dell’UNESCO.

Giornata Internazionale della lingua russa, quel che bisogna sapere

Nata per promuovere il multilinguismo e sottolineare il rispetto verso tutte le lingue e culture del mondo, la Giornata Internazionale della lingua russa è stata istituita nel 2010 dalle Nazioni Unite e viene festeggiata con eventi culturali, letture, conferenze, concerti e spettacoli dedicati alla storia, alla letteratura e alle tradizioni della Russia.

È stato scelto il 6 giugno in occasione della ricorrenza della nascita di Aleksandr Sergeevič Puškin (Александр Сергеевич Пушкин), considerato l’innovatore della lingua e il fondatore della letteratura russa moderna.

Il russo è l’8° lingua più diffusa al mondo: si stima che sia la lingua madre di 15 milioni di persone e, in generale, parlata da 256 milioni di persone in tutto il mondo.

Giornata Internazionale della lingua russa, quel che bisogna sapere
Giornata Internazionale della lingua russa, quel che bisogna sapere – Wikimedia Commons @Patrick Gruban – Ilserenissimoveneto.it

 

Oltre ad essere la lingua ufficiale della Russia e delle ex repubbliche sovietiche, il russo è una delle 6 lingue ufficiali delle Nazioni Unite e lingua obbligatoria per tutti coloro che lavorano presso la Stazione Spaziale Internazionale. Insieme all’ucraino e al bielorusso, il russo fa parte delle lingue slave orientali, tutte scritte in alfabeto cirillico.

Le Giornate delle lingue delle Nazioni Unite hanno lo scopo di aumentare la consapevolezza sulla storia, la cultura e lo sviluppo di ciascuna delle sei lingue ufficiali tra il personale dell’ONU.

Ogni lingua ha l’opportunità di adottare un approccio unico e sviluppare un proprio programma di eventi per la giornata, che può includere l’invito di famosi poeti e scrittori, nonché la creazione di materiali e informazioni tematiche.

Gli eventi culturali possono includere performance musicali e letterarie, concorsi, mostre, conferenze, spettacoli di varietà, esibizioni di figure culturali, giornate dedicate alla cucina nazionale, esibizioni di gruppi folcloristici, proiezioni di film e lezioni di lingua per chi vuole imparare una delle lingue ufficiali dell’ONU.

Il multilinguismo è cruciale per la comunicazione armoniosa tra i popoli e ha un’importanza particolare per le Nazioni Unite. Promuovendo la tolleranza, il multilinguismo assicura una partecipazione più attiva e efficace di tutti ai lavori dell’Organizzazione, migliorando l’efficienza e i risultati, e coinvolgendo maggiormente le parti. Deve essere preservato e promosso attraverso varie misure all’interno del sistema ONU per la condivisione e la comunicazione.

Mantenere l’equilibrio tra le sei lingue ufficiali – inglese, arabo, spagnolo, cinese, russo e francese (con inglese e francese come lingue di lavoro quotidiane) – è stata una costante preoccupazione di tutti i segretari generali. Dal 1946 ad oggi, molte misure sono state adottate per promuovere l’uso delle lingue ufficiali, affinché le Nazioni Unite, i suoi scopi e le sue azioni fossero comprese dal grande pubblico.

Le lingue ufficiali dell’ONU sono inglese, arabo, spagnolo, cinese, russo e francese. L’inglese e il francese sono anche le lingue di lavoro del Segretariato dell’ONU (risoluzione 2 (I) del 1 febbraio 1946).

Nella Risoluzione 54/64 del 6 dicembre 1999, l’Assemblea Generale ha chiesto al Segretario Generale di nominare un punto focale a livello mondiale per le questioni relative al multilinguismo tra i dirigenti della Segreteria.

Il multilinguismo deve essere considerato da diverse prospettive, in particolare per la comunicazione interna ed esterna. La comunicazione interna avviene all’interno dell’Organizzazione, sia nelle interazioni formali tra gli Stati membri e tutte le parti coinvolte nel lavoro delle Nazioni Unite, sia tra gli Stati membri e il Segretariato delle Nazioni Unite. Questo richiede la distinzione tra lingue di lavoro e lingue ufficiali.

Le comunicazioni esterne rivolte al grande pubblico possono includere lingue diverse da quelle ufficiali, utilizzando vari media per diffondere i messaggi delle Nazioni Unite. Inoltre, per promuovere tutti gli aspetti del multilinguismo, è necessario affrontare la questione delle risorse umane separatamente.

Le responsabilità del Dipartimento per le Comunicazioni Globali includono garantire la consapevolezza e la comprensione degli ideali e dei messaggi delle Nazioni Unite in tutto il mondo per promuovere il sostegno all’Organizzazione, attraverso la partecipazione di intermediari chiave come la stampa, le organizzazioni non governative e le istituzioni educative.

Per raggiungere questo obiettivo, è necessario garantire la più ampia e tempestiva diffusione delle informazioni e dei materiali. A questo scopo, il Dipartimento si impegna costantemente a espandere il pubblico globale per i suoi prodotti e risultati informativi, come programmi televisivi e radiofonici, un sito web, una rete di centri di informazione delle Nazioni Unite e programmi di visite presso i principali uffici.

Impostazioni privacy