Finalmente arriva il Bonus Fotovoltaico senza CILA: adesso tutti approfittano

Arriva il Bonus Fotovoltaico con procedura snellita. Addio alla presentazione della CILA: ecco come funziona

Gli ultimi anni hanno visto un incremento davvero importante delle persone che hanno scelto di affidarsi ai pannelli fotovoltaici e all’energia solare. Cosa più facile in determinate zone d’Italia, dove il clima è alleato dei residenti. Ma ora, per incentivare ulteriormente questa tendenza, arriva anche la possibilità di ottenere il Bonus Fotovoltaico senza la CILA.

Ottenere il Bonus Fotovoltaico senza CILA
Tantissimi gli incentivi per l’installazione di pannelli fotovoltaici – (ilserenissimoveneto.it)

Dicevamo, quindi, del boom degli impianti fotovoltaici, tanto per le abitazioni private, quanto per gli edifici di natura commerciale e imprenditoriale. Questi ultimi, infatti, possono godere di un importante risparmio in termini energetici, soprattutto alla luce dei continui e preoccupanti rincari che le bollette hanno registrato in questi anni.

Discorso analogo per le abitazioni, che per di più acquisiscono anche ulteriore valore di mercato se sono dotate di impianti fotovoltaici. L’obiettivo è naturalmente quello di limitare l’inquinamento e la recente Direttiva Case Green emanata dall’Unione Europea va proprio in questa direzione.

Ma, ovviamente, il boom è dovuto anche ai tanti, tantissimi, incentivi che in questi anni si sono succeduti per l’installazione dei pannelli. I governi li hanno confermati e potenziati. E oggi c’è la possibilità di poter godere del Bonus Fotovoltaico anche senza la CILA.

Bonus fotovoltaico senza CILA: come ottenerlo e a quanto ammonta

L’acronimo CILA sta per Comunicazione Inizio Lavori Asseverata. Solitamente, si tratta di un passaggio fondamentale per poter richiedere e ottenere bonus e finanziamenti, compreso quello per l’installazione dei pannelli fotovoltaici. Ora, però, la procedura diviene molto più snella.

Bonus fotovoltaico senza CILA: come ottenerlo e a quanto ammonta
La procedura si snellisce: come ottenere il Bonus Fotovoltaico senza CILA – (ilserenissimoveneto.it)

Il bonus prevede una detrazione fiscale del 36% sulle spese sostenute, fino a un massimo di 48.000 euro per unità immobiliare. Tuttavia, l’articolo 16 del Decreto Legge n. 63/2013 ha più volte potenziato questa agevolazione, portando l’aliquota al 50% e il limite di spesa a 96.000 euro. Questa versione potenziata del bonus sarà disponibile fino al 31 dicembre 2024. Dal 1° gennaio 2025, salvo ulteriori modifiche legislative, il bonus tornerà alla sua forma standard.

L’installazione di impianti fotovoltaici può essere incentivata secondo l’articolo 16-bis del TUIR, che riguarda la manutenzione straordinaria. Già nel 2013, l’Agenzia delle Entrate, in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, aveva chiarito che l’installazione di impianti fotovoltaici è considerata un intervento agevolato ai sensi dell’art. 16-bis, comma 1, lettera h), del TUIR.

Questo articolo include interventi per il risparmio energetico, compresi quelli che utilizzano fonti rinnovabili. Per beneficiare delle agevolazioni, non è necessario eseguire lavori edilizi tradizionali, purché si ottenga una documentazione adeguata che certifichi il risparmio energetico secondo la normativa vigente.

Il Ministero della Transizione Ecologica n. 297 ha inoltre stabilito le condizioni per l’applicazione del Modello Unico Semplificato per gli impianti solari fotovoltaici installati su edifici e manufatti con una potenza nominale complessiva fino a 200 kW, in conformità all’articolo 7-bis, comma 5, del decreto legislativo n. 28 del 3 marzo 2011.

Impostazioni privacy