Brutte notizie per i pensionati: slittano i rimborsi del 730, quando arrivano

Per i pensionati attesa più lunga per ottenere il rimborso del 730: i motivi e come gestire le richieste per non rimanere indietro.

Negli ultimi anni, le regole per la liquidazione del rimborso Irpef sono cambiate, principalmente a causa della modifica dei tempi di presentazione della dichiarazione dei redditi. Mentre una volta le operazioni di conguaglio erano uniformi per tutti, ora la data di erogazione del rimborso dipende dalla tempistica di invio del modello 730.

rimborsi del 730
Quando ci saranno i rimborsi del 730 per i pensionati? (Ilserenissimoveneto.it)

Tuttavia i pensionati che aspettano il rimborso del modello 730/2024 dovranno attendere più a lungo rispetto ai lavoratori dipendenti. Ecco una panoramica chiara e dettagliata sui tempi e le modalità di erogazione dei rimborsi fiscali.

Per i pensionati, i tempi di attesa si sono allungati e anche nettamente. Se in passato c’era solo un mese di differenza con i lavoratori dipendenti, ora, presentando la dichiarazione a settembre, si rischia di ricevere il rimborso solo alla fine dell’anno.

Tempi più lunghi per i pensionati: tempistiche di erogazione

Il mese di riferimento per l’accredito dei rimborsi Irpef ai pensionati è agosto, ma questo dipende dal momento in cui il modello 730 viene inviato. Per i pensionati, l’Inps o l’ente erogatore della pensione effettua il pagamento del rimborso a partire dal secondo mese successivo a quello di ricezione dei dati del prospetto di liquidazione da parte dell’Agenzia delle Entrate:

  • Entro il 31 maggio: Per ottenere il rimborso ad agosto, i pensionati devono trasmettere il modello 730 entro questa data.
  • Entro il 30 settembre: Coloro che inviano la dichiarazione in questo periodo riceveranno il rimborso a novembre.
rimborsi pensionati
Quali sono le tempistiche per i pensionati per l’erogazione dei rimborsi del 730? – (ilserenissimoveneto.it)

Il Decreto Fiscale n. 124/2019, all’articolo 16-bis, ha introdotto un meccanismo mobile per la liquidazione dei rimborsi fiscali. La scadenza per l’invio della dichiarazione è fissata al 30 settembre e la data di erogazione del rimborso è legata a quella di trasmissione del modello 730. Le scadenze di trasmissione della dichiarazione dei redditi scandiscono i tempi per l’accredito dei rimborsi fiscali. Ecco come funziona il processo:

  • Entro il 15 giugno: CAF o professionisti comunicano all’Agenzia delle Entrate i risultati delle dichiarazioni presentate entro il 31 maggio. Questi rimborsi sono i primi ad essere liquidati, con le trattenute per i conguagli a debito che partono da settembre.
  • Fino al 20 giugno: Dichiarazioni comunicate entro la fine del mese.
  • Entro il 23 luglio: Per le dichiarazioni presentate fino al 15 luglio.
  • Entro metà settembre: Per le dichiarazioni inviate entro il 31 agosto.
  • Entro il 30 settembre: L’ultimo slot temporale per presentare la dichiarazione dei redditi, con i rimborsi che verranno accreditati a novembre.

Per i pensionati, il rispetto delle tempistiche di trasmissione del modello 730 è fondamentale per evitare lunghe attese per il rimborso fiscale. Presentare la dichiarazione entro il 31 maggio permette di ricevere il rimborso ad agosto, mentre inviare il modello entro il 30 settembre comporta l’attesa fino a novembre.

Impostazioni privacy