Elezioni europee, cosa dicono gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto?

Si avvicinano le elezioni europee, e gli ultimi sondaggi ci regalano un quadro della situazione più dettagliato. Quali sono le intenzioni di voto degli italiani?

Poco meno di due settimane ci separano dalle elezioni europee dell’8 e 9 giugno, e gli ultimi sondaggi politici di Ipsos, pubblicati dal Corriere della Sera, ci aiutano a fare un quadro delle intenzioni di voto degli italiani. Dal calo dei consensi di Fratelli d’Italia, passando per la situazione degli altri partiti di centrodestra, fino alla crescita del Partito Democratico e ai dubbi dei partiti di Matteo Renzi e di Carlo Calenda, ecco la situazione dettagliata.

I risultati delle ultime indagini prima del voto dell’8 e 9 giugno: ecco la situazione dei partiti e le richieste degli elettori

Le elezioni europee del 2024 si avvicinano e gli ultimi sondaggi politici condotti da Ipsos rivelano numerose preoccupazioni e aspettative degli elettori in vista della formazione del nuovo parlamento dell’Unione. In generale, il 68% degli europei desidera che l’Unione Europea trovi soluzioni adeguate per affrontare l’aumento dei prezzi, il 64% vuole la riduzione delle disuguaglianze sociali e il 62% chiede misure efficaci per stimolare la crescita economica. Tra i giovani, le problematiche più citate sono il clima, l’uguaglianza e la sicurezza. Un recente sondaggio Ipsos, condotto in 18 Paesi dell’UE, rivela che il 53% dei giovani tra i 18 e i 29 anni considera il clima una priorità assoluta, mentre ben l’83% lo ritiene un tema di grande importanza.

Ma quali sono le intenzioni di voto nel nostro Paese?

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni | ANSA/ETTORE FERRARI – IlSerenissimoVeneto

Fratelli d’Italia è stimato al 26,5%, il che permette al partito di Giorgia Meloni di mantenere la posizione di prima forza del Paese, ma è da segnalare un calo di due punti percentuali rispetto al mese scorso. Il Partito Democratico, invece, recupera terreno, raggiungendo il 22,5% con un incremento dell’1,3% rispetto ad aprile, segnando il miglior risultato sotto la guida di Elly Schlein. Il Movimento 5 Stelle, guidato da Giuseppe Conte, si attesta al 15,4%, registrando però un calo di mezzo punto percentuale rispetto al mese precedente.

Nel centrodestra, la competizione tra Forza Italia e la Lega continua. Entrambi i partiti sono in crescita, ma attualmente Forza Italia di Antonio Tajani (in lista con Noi Moderati) è al 9,2%, in aumento dello 0,6% rispetto ad aprile. La Lega di Matteo Salvini segue con l’8,6%, riducendo il distacco con un incremento dell’1,2% nell’ultimo mese, un risultato comunque molto distante dal 34,3% delle ultime elezioni europee.

Tra i partiti che cercano di superare la soglia di sbarramento per ottenere seggi al Parlamento europeo, Alleanza Verdi Sinistra è stimata al 4,6%, con un incremento dello 0,9% nell’ultimo mese. La lista Stati Uniti d’Europa di Matteo Renzi, che include tra gli altri +Europa, è stimata al 4,1%, registrando un calo di 0,4% rispetto ad aprile. La situazione è più critica per Azione di Carlo Calenda, che è stimata al 3,6%, in calo di 0,2% nell’ultimo mese, e rischia di non ottenere seggi.

Partiti alle elezioni europee
Partiti alle elezioni europee | Ansa – IlSerenissimoVeneto

Molto lontani dalla soglia del 4% sono la lista Libertà di Cateno De Luca al 2%, Pace Terra Dignità di Michele Santoro all’1,9% e Alternativa Popolare del sindaco di Terni Stefano Bandecchi allo 0,7%.

Se le percentuali stimate da Ipsos (sondaggio condotto con mille interviste tra il 20 e il 21 maggio) venissero confermate, Fratelli d’Italia otterrebbe 22 seggi, rispetto ai soli 6 europarlamentari eletti nelle scorse Europee. Il Partito Democratico manterrebbe 19 eurodeputati, mentre il Movimento 5 Stelle ne avrebbe 13, uno in meno rispetto alle precedenti elezioni. Forza Italia confermerebbe 7 europarlamentari, lo stesso numero della Lega, che nel 2019 ne aveva eletti 29. Alleanza Verdi Sinistra chiuderebbe con 4 eletti e Stati Uniti d’Europa con 3 seggi.

Impostazioni privacy