Allegri-Juventus, finisce in tribunale: 15 milioni di risarcimento

Non arrivano buone notizie per il mondo Juventus con la situazione che si è venuta a creare nelle ultime ore per quanto riguarda il caso Allegri.

E’ una situazione difficile questa da gestire e per questo motivo che si cerca di trovare la migliore soluzione possibile ed evitare di finire in guai seri che possono creare dei seri danni d’immagine e anche economici alla stessa Juventus. Ora ci sono delle novità che arrivano per quanto riguarda il possibile cambio di scena che si può andare a creare nelle prossime ore.

Sembrava si poteva raggiungere un’intesa ma non è così che andrà a quanto pare. Perché il caso Allegri-Juventus mette il club bianconero nei guai e occhio a quello che può accadere da un momento all’altro. Ci sono delle nuove notizie che vengono fuori in merito a questo colpo di scena che si è andato a creare per l’esonero dell’allenatore con un anno d’anticipo.

Caso Allegri-Juventus buonuscita
Allegri e la Juventus non trovano l’accordo – (Foto LaPresse) ilserenissimoveneto.it

Adesso non sembra esserci più la volontà di trovare un accordo tra le parti rispetto a quanto si era detto fino a poco fa. Infatti, sembra essere tutto saltato dopo la richiesta e la decisione del club di definire l’accordo in maniera diversa. Occhio a come potrebbe andare a finire, infatti, tra Allegri e la Juventus.

Allegri-Juventus, niente accordo sulla risoluzione

Allegri ha fatto la sua proposta alla Juventus di 14 milioni per risolvere il proprio contratto, eppure ora le cose non vanno come si potesse pensare. Nelle ultime ore il tecnico livornese avrebbe presentato la prima proposta alla società bianconera per risolvere il contratto che resta in scadenza il 30 giugno 2025 dopo l’esonero.

Max Allegri chiede soldi alla Juve
Allegri-Juve in tribunale – (Foto LaPresse) ilserenissimoveneto.it

Intanto, ora arrivano delle nuove notizie che riguardano il rifiuto della Juventus all’offerta da 14 milioni per Allegri. Sono ore calde dove la società potrebbe anche considerare il licenziamento per giusta causa dopo quello che è accaduto a cavallo della Coppa Italia e dei festeggiamenti dopo la vittoria. Il momento è difficile e chiave per il futuro dello stesso allenatore.

Mentre non c’è nessun accordo tra Massimiliano Allegri e la Juventus per i 14 milioni di euro richiesti dall’allenatore per risolvere anticipatamente il proprio contratto, che si fanno avanti i club in Arabia Saudita che vogliono convincere l’allenatore italiano ad approdare nel campionato saudita per cercare di creare con lui un nuovo progetto e che possa incassare anche un’alta cifra economica.

Impostazioni privacy