Massimo Boldi, il dramma che gli ha consumato la vita: “Dopo 10 anni di calvario non c’è stato nulla da fare”

La leggenda del grande schermo, Massimo Boldi, ha dovuto affrontare qualche tempo fa uno dei momenti più duri della sua vita.

Fra poco compirà 79 anni Massimo Boldi, uno degli attori più amati dal pubblico. Una carriera lunga e ricca di successi la sua, tra la tv e il cinema, ma non sono mancati periodi complicati nel corso della sua esistenza. Come ad esempio quello che ha dovuto attraversare diverso tempo fa, una tragedia che ha lasciato un segno indelebile.

Massimo Boldi tragedia
L’attore Massimo Boldi, 78 anni, non ha mai dimenticato la tragedia vissuta qualche anno fa – ilserenissimoveneto.it

Dopo dieci lunghi anni di battaglia infatti si è trovato di fronte a un vuoto incolmabile, ancora oggi la ferita rimane aperta nonostante siano passate diverse primavere da allora. Raggiunto dai microfoni della redazione del Corriere della Sera, a inizio anno, ha provato a tirare le somme, ripercorrendo le tappe della sua vita privata e di quella professionale.

Sto iniziando a fare un resoconto, perché gli anni passano e con loro passa anche il mondo, una vita, e faccio anche i conti con quello che non mi sarei mai aspettato”, ha dichiarato confessandosi a cuore aperto, senza troppi giri di parole né filtri, all’interno dell’intervista fiume.

Massimo Boldi, il ricordo della moglie scomparsa a 47 anni

Aveva solamente quarantasette anni, si è spenta dopo aver perso la battaglia contro la malattia durata per circa un decennio. Maria Teresa Selo è morta nel 2004, per l’esattezza il 28 aprile, era originaria di Napoli – classe 1957 – e aveva sposato l’attore nel 1973. Dal loro matrimonio sono nate tre figlie femmine: Micaela nel 1974, Manuela nel 1981 e Marta nel 1990. La primogenita, tra l’altro, li ha fatti diventare nonni, mettendo al mondo Federico nel 2002.

Boldi ricorda moglie scomparsa
Massimo Boldi ha dovuto dire addio alla moglie Maria Teresa ad aprile del 2004, sono passati vent’anni ormai – ilserenissimoveneto.it (Fonte foto ANSA)

All’interno della sua biografia intitolata Le mie tre vite. Ridere, piangere, ricominciare l’attore originario di Luino, cittadina in provincia di Varese in Lombardia, ha raccontato il loro primo incontro. Lui non era ancora famoso, faceva il cameriere.

“Se ricordo bene, era il settembre del ’72. Era un giorno di lavoro come un altro per me, eravamo impegnati a servire le colazioni quando ecco che nel locale entrò una ragazza che attirò subito la mia attenzione”. Fortunatamente anche per lei fu un colpo di fulmine, tanto che decise di fare il primo passo: “Arrivò a prendere in mano lei le redini della situazione”.

Impostazioni privacy