Festival di Cannes, sul red carpet sfila anche il cane Messi

Il border collie ha preso parte allo show di apertura e ha ricevuto un trattamento da vera star. Su France 2 andrà in onda una striscia quotidiana che lo vedrà protagonista

Quando arriva il momento di sfilare sul red carpet, gli attori cercano sempre di indossare degli abiti capaci di farli risaltare in mezzo ai colleghi, ma è difficile rubare la scena quando uno dei tuoi “avversari” è un adorabile border collie. Messi, questo il nome del cane, è salito alle luci della ribalta grazie al film “Anatomia di una caduta” e aveva già attirato l’attenzione con la sua partecipazione alla serata degli Oscar, dove si era anche seduto su una delle poltroncine (ma solo durante le prove, nel corso della cerimonia vera e propria non c’era davvero). A Cannes ha preso parte allo show di apertura, sfilando sul tappeto rosso assieme alle altre star e “posando” davanti ai fotografi. Sui gradini della Montée des Marches si è persino messo su due zampe, dando l’impressione di voler quasi salutare i presenti.

Quel che bisogna sapere su Messi

Come tanti altri cani che hanno fatto la storia del cinema, in vista della sua partecipazione ad “Anatomia di una caduta” anche Messi è stato sottoposto a un addestramento scrupoloso, durante il quale ha persino imparato a fingersi morto. Nel film ha interpretato il ruolo di Snoop, il fedele compagno a quattro zampe di un ragazzo ipovedente (impersonato da Milo Machado-Graner).

Messi corre sul red carpet
Messi corre sul red carpet | EPA/SEBASTIEN NOGIER – ilserenissimoveneto.it

Il border collie, il cui nome è un omaggio al celebre calciatore argentino, ha sette anni e vive in un sobborgo nei pressi di Parigi con la sua padrona e addestratrice Laura Martin Contini. Quando non è impegnato sul set, adora passeggiare e giocare con la palla, ma non gli dispiace neppure oziare tra le mura domestiche. Nel corso di un’intervista con GQ, infatti, Contini l’ha descritto come “un cane abbastanza placido”.

Prima della notorietà

La “carriera” di Messi non è sempre stata in discesa. Prima di prendere parte ad “Anatomia di una caduta”, il border collie si è visto più volte rifiutare dei ruoli a causa del colore dei suoi occhi e del suo aspetto, ritenuto insolito. È comunque riuscito a fare un po’ di gavetta partecipando a degli spot pubblicitari per brand come Pedigree e Truffaut. È anche comparso in un cortometraggio e in alcuni video musicali. Ora che ha avuto modo di mostrare il suo talento in una grande produzione è probabile che sarà presto coinvolto in altri progetti cinematografici importanti. Nel frattempo dovrà “accontentarsi” di essere il protagonista di una striscia quotidiana della durata di un minuto trasmessa da France 2 durante il Festival di Cannes.

Il premio vinto da Messi

Anche se Messi non ha vinto un Oscar (così come nessun altro animale prima di lui), ha comunque ricevuto un premio prestigioso. Dal 2001 il festival di Cannes conferisce ai migliori attori cani (nel senso più letterale del termine) il Palm Dog Award e nel 2023 è stato proprio il border collie a portarlo a casa grazie al lavoro svolto nel film di Justine Triet. Nel corso di un’intervista, Contini ha dichiarato che sarebbe favorevole all’introduzione di un premio Oscar dedicato agli animali, perché aiuterebbe ad attirare l’attenzione sul duro lavoro svolto dagli addestratori come lei, che spesso non sembra ricevere la giusta considerazione.

Impostazioni privacy