Tutti credono che i libretti postali siano sicurissimi, e invece si rischia facilmente di perdere ogni cosa prima della scadenza

Fai attenzione ai tuoi libretti postali, non sono così sicuri come pensi: potresti perdere tutti i soldi da un momento all’altro.

Aprire un libretto postale è una forma di risparmio molto utilizzata dagli italiani. Permette di depositare i risparmi e veder crescere il loro importo grazie alla maturazione degli interessi. Tutti considerano i libretti postali una forma di risparmio assolutamente sicura. Ma così non è.

I libretti postali non sono così sicuri come si pensa
Libretti postali, attenzione al numero degli intestatari perché si rischia di perdere tutti i soldi – Ilserenissimoveneto.it

Infatti anche questi libretti nascondono dei rischi che è bene non sottovalutare. Rischi che sono legati a un tipo di autorizzazione che in realtà non dovrebbe essere mai data. Ed è per questa ragione che si dovrebbe fare molta attenzione a come si imposta il libretto postale, quando si procede alla sua apertura.

Libretti postali, in quali casi può essere svantaggioso: ecco i rischi a cui si va incontro

Approfondiamo l’argomento per capire di più al riguardo. Quando si decide di sottoscrivere un libretto postale, si può scegliere di cointestarlo con qualcuno, ma bisogna riflettere attentamente prima di farlo. Il denaro versato sul libretto sarà condiviso con altre persone, che di solito sono familiari stretti. Ma il consiglio è di ponderare la scelta con estrema attenzione e selezionare soltanto delle persone fidate.

Libretti postali, svantaggi e rischi a cui si va incontro
Libretti postali, attenzione al numero degli intestatari perché si rischia di perdere tutti i soldi – Ilserenissimoveneto.it

Infatti c’è sempre la possibilità che gli importi sul libretto postale cointestato subiscano modifiche, indipendentemente dalla nostra volontà. Magari gli altri fiduciari decidono di prelevare la loro parte a seguito di un litigio. Un evento che non è affatto remoto, e che anzi può accadere molto più facilmente di quanto si crede.

Se all’apertura del libretto si sceglie l’opzione della firma disgiunta, ciascun titolare è può prelevare senza l’autorizzazione dell’altro. Quindi potrebbe accadere che uno dei comproprietari prelevi somme di denaro superiori alla propria quota di proprietà. Le poste non possono impedire che ciò accada. E solo dopo il prelievo, l’altro comproprietario potrà procedere legalmente denunciando l’appropriazione indebita.

Il libretto postale pertanto rimane un’ottima soluzione per quel che riguarda la gestione dei risparmi, ma quando si decide di cointestarlo con un’altra persona si corre sempre il rischio di perdere i soldi messi da parte. La scelta delle persone adatte è la priorità per evitare che si verifichino situazioni inaspettate e soprattutto spiacevoli. Ma il consiglio è sempre quello, se possibile, di evitare il libretto cointestato.

Impostazioni privacy