Bonus famiglia da oltre 3.500 euro: domande aperte, guida pratica

Le famiglie italiane hanno a disposizione un nuovo ricchissimo bonus da oltre 3.500 euro: come ottenerlo e i requisiti da rispettare.

I Bonus sono sempre più importanti per le famiglie italiane, vista la situazione economica assai difficile. Il governo italiano ha messo in campo una serie di incentivi e bonus per i nuclei familiari con redditi bassi. Sono aiuti che aumentano le entrate mensili e aiutano ad abbattere alcune delle tante spese a cui dover far fronte.

Nuovo bonus per famiglie da 3.500 euro come richiederlo
Nuovo bonus per famiglie, come richiederlo – ilserenissimoveneto.it

Tra i bonus a disposizione, ci sono quelli che aiutano le famiglie a prendersi cura delle loro abitazioni. Uno di questi può superare i 3.500 euro. Ecco quali sono i requisiti da soddisfare e come presentare domanda per ottenerlo.

Bonus famiglia da oltre 3.500 euro: in cosa consiste e i requisiti da soddisfare

Il nuovo bonus messo a disposizione delle famiglie, che può arrivare fino a 3.500 euro, riguarda il cambio e/o le migliorie relative ai mobili ed ai grandi elettrodomestici utilizzati in casa. Stiamo parlando del cosiddetto Bonus mobili che in realtà è una detrazione Irpef pari al 50% delle spese per chi acquista mobili ed elettrodomestici di classe energetica molto alta (A+) che sono destinati all’arredamento di un immobile in ristrutturazione

Bonus famiglia da oltre 3.500 euro: i requisiti da soddisfare
Bonus mobili, ecco quanto si risparmia e come si richiede – ilserenissimoveneto.it

La detrazione viene applicata in 10 quote annuali ed è pensata per abbattere fino al 50% delle spese sostenute per gli acquisti, fino ad un massimo di 5.000 euro per il 2024, come deciso dall’art. 1, co. 277, Legge n. 197/22. Per ottenere questa detrazione del 50% si devono indicare le spese sostenute all’interno della dichiarazione dei redditi, e quindi nel Modello 730 o nel cosiddetto modello Redditi per persone fisiche.

Questo aiuto è mirato ad aiutare i contribuenti che possono usufruire della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio. Inoltre è molto importante tener conto del fatto che per poter usufruire del cosiddetto Bonus mobili, la data di inizio dei lavori di ristrutturazione deve essere necessariamente precedente alla data di acquisto dei mobili o dei grandi elettrodomestici che sono inseriti nella richiesta.

Mentre non è necessario che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile. Possono usufruire del bonus mobili le seguenti categorie di contribuenti: persone fisiche residenti e non residenti in Italia; società semplici, in nome collettivo ed in accomandita semplice; le imprese familiari; soci di cooperative; ditte individuali per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce.

Impostazioni privacy